Lo scenografico tavolo imperiale
29/08/2016
Care sposine..
17/11/2016

Il galateo delle partecipazioni di nozze

Oggi vi daremo qualche suggerimento utile per accompagnarvi nella scelta dell’invito più adatto a voi.
Innanzitutto è fondamentale distinguere tra partecipazione alla cerimonia religiosa ed invito al ricevimento nuziale.
Nella prima, occorre specificare data, luogo ed ora della celebrazione; nel secondo vanno inserite le stesse indicazioni relative al banchetto, aggiungendo in basso l’acronimo R.S.V.P., che ha sostituito la frase “È gradita gentile conferma”.
Fondamentale è ricordarsi di stampare sempre qualche invito di scorta, così come scrivere gli indirizzi sulle buste rigorosamente a mano in bella grafia e spedire o consegnare gli inviti circa due mesi prima dell’evento.
Ove poi la coppia abbia ospiti internazionali, è d’obbligo inviare loro con un anticipo di quattro mesi il c.d. ” Save the date”, in cui si comunica solo la data dell’evento, in modo da consentire agli invitati di prenotare aerei o alberghi.
Infine, con riferimento all’annuncio, la tradizione vorrebbe che ad annunciare il matrimonio fossero i genitori dei futuri sposi (a sinistra i genitori di lei, a destra quelli di lui), ma se la coppia convive da tempo o non è più in tenera età, può dare l’annuncio in prima persona.
Resta inteso che la grafica dell’invito deve essere in accordo con lo stile del matrimonio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: